Il Festival

Dopo cinque anni dall’ultima edizione, il Festival internazionale dell’Ocarina ritorna in scena a Budrio e nella Città Metropolitana di Bologna.

La manifestazione, in programma dall’11 al 14 aprile 2024, con una speciale anteprima allo Sghetto di Bologna il 10 aprile, celebra in tutte le sue forme lo strumento-simbolo del patrimonio culturale budriese e la comunità musicale e sociale che ne ha perpetuato la tradizione artigianale e la memoria musicale, incantando generazioni di appassionati e professionisti di tutto il mondo.

L’ocarina è uno strumento estremamente versatile che ha trovato applicazione in diversissimi generi musicali, dal folk al classico, al pop e al jazz. Sonorità di ogni tipo, dunque, attraverseranno la città di Budrio, dal Teatro Consorziale, alle Torri dell’Acqua, al Museo dell’Ocarina, e il centro di Bologna, per opera di musicisti e ospiti nazionali e internazionali.

Promosso dal Comune di Budrio, organizzata da Fondazione Entroterre ETS con patrocinio di Comune di Bologna, Città metropolitana e Regione Emilia-Romagna il festival coinvolge attivamente la comunità di residenti e di turisti in iniziative di promozione culturale, formazione musicale e intrattenimento mirando all’inclusività e e alla partecipazione attiva, con l’obiettivo di rendere il Festival un appuntamento annuale del calendario culturale budriese.

Quattro  le sezioni in cui si articola il programma 2024: Oca-Live, con i concerti classici, jazz e le maratone musicali (gli Ocarithon), Oca-Edu, con i laboratori aperti a tutti, le visite guidate alla città e ai musei, Oca-Kids, con le attività dedicate a bambini e famiglie ed Extra-Oca, con i suoi mercatini, le presentazioni di libri, le possibilità di svago – tra cui un travolgente Oca-Party – e conviviali a tema ocarinistico.

La kermesse include quindi laboratori e concerti di piccoli allievi di scuole primarie, incontri di approfondimento dedicati al mondo dell’ocarina, concerti in location non convenzionali volte a portare il suono naturale dell’ocarina a riecheggiare nei più diversi contesti sociali e architettonici, alla presenza di ospiti straordinari come il Pastore Ed Mezzetti discendente di Alberto Mezzetti, inventore dello strumento, il tutto incorniciato dai mercatini, dove è possibile ammirare e acquistare le più fantasiose creazioni e interpretazioni dello strumento da parte dei costruttori in arrivo da tutto il mondo.

TPER è partner del festival.

Si ringrazia per il sostegno Banca di Bologna.


Extra-Oca

Oltre i concerti, oltre le maratone: il Festival Internazionale dell’Ocarina 2024 porta alla scoperta di tutte le sfaccettature del caratteristico strumento.
Visite a tema per il centro storico di Budrio, presentazioni di libri, party in discoteca, offerte speciali di brunch a tema ocarina al pub Butcher’s 8, fino all’Extra-Oca per eccellenza: i mercatini.
Siti all’interno del portico di Piazza Antonio da Budrio, il 13 e 14 aprile, costruttori e rivenditori provenienti da tutto il mondo mostreranno un’impressionante varietà di prodotti e modelli d’ocarina: da suonare, ornamentali, realizzate con materiali di riciclo, vintage e di forme originali e particolari. Diversissimi modelli, da osservare, di cui ascoltare i racconti e anche da tenere come ricordo.


I Partner

Promosso da
Organizzato da

Con il patrocinio di

PARTNER
SI RINGRAZIA


Vuoi saperne di più?

Novità sulle performance, le visite guidate e tutto ciò che va oltre la musica.
Scopri tutte le iniziative Entroterre!